lunedì 8 maggio 2017

...L'uomo che inseguiva i desideri...























TRAMA

Nel primo anniversario della scomparsa della moglie, Arthur Pepper interrompe la sua vita abitudinaria, prende coraggio e decide di riordinare gli oggetti di Miriam. Un braccialetto lo lascia perplesso, perché la donna non portava gioielli. È fatto di numerosi ciondoli a forma di tigre, fiore, elefante, libro e altri piccoli oggetti. Ma guardando con più attenzione, Arthur e si accorge che su uno di essi è inciso un numero di telefono, e non può fare a meno di chiamarlo subito. Ha inizio così una serie di sorprese. Seguendo i ciondoli, Arthur compie un viaggio che lo porta in un'accademia d'arte di Parigi, in una gioielleria di Londra, su una spiaggia di Goa... alla scoperta di una Miriam che non aveva mai conosciuto, ma che ha ancora tanto da insegnargli. E gli ricorda che l'amore è sorprendersi ogni giorno, per tutta la vita e anche oltre.



RECENSIONE

Arthur è un vedovo che aspetta solo di morire, dopo la scomparsa dell'amatissima moglie. È un uomo grigio, refrattario a tutto quello che è nuovo, preoccupato solo di mantenere le sue certezze e la sua routine ma, un giorno, un anno dopo la morte di Miriam, si decide a fare u n po' d'ordine nella sua stanza, fra le sue cose e d'improvviso... tutto cambia!!! Trova un braccialetto ed inizia la sua catarsi....
È un romanzo bellissimo, un viaggio nel cambiamento radicale di un uomo che affronta le sue paure, il suo rapporto con i figli e con la gente, "aiutato" dalla moglie che è la coprotagonista di questa storia... Un uomo che impara a volersi bene e a vedersi con occhi diversi, che si è sempre ritenuto una nullità ma che in realtà è sempre stato considerato e visto come una bella, solida persona.
Un uomo che da "grigio" diventa "colorato" (e non solo nel senso lato del termine!) e che alla fine del viaggio alla scoperta della storia raccontata dal braccialetto, impara e mette in pratica l'ultima lezione che l'amata moglie gli "impartisce": che la vita va vissuta, goduta, apprezzata ed amata in ogni singolo istante... A parte Arthur, mi son piaciuti tanto alcuni tra i personaggi che incontra, Mike e Sebastian, tra gli altri ed una menzione a parte merita Nathan, ragazzo chiuso e, all'apparenza disilluso,  che impara ad aprirsi agli altri, apprezzare ed addirittura a considerare Arthur come un nonno..
Un bellissimo romanzo da leggere assolutamente, perché lascia una scia di emozioni forti che fanno davvero bene al cuore.

2 commenti:

  1. Ne ho già sentito parlare bene...vedrò di procurarmelo

    RispondiElimina

Grazie di cuore del tempo che mi stai dedicando! Risponderò appena possibile!